Feeling Factory

Cricche mentali di Stefania Siano, 22 aprile 2016

 

RECENSIONE DI FEELING FACTORY

 

Recensioni criccose

 

Titolo: Feeling Factory – A new ability to feel liberty  
Autore: Vincenzo Maselli
Editore: Edicolors Joy Division

Link acquisto: Amazon

 

 

Sinossi: In un paese lontano esisteva una fabbrica dove un uomo creava “oggetti sentimenti”. Ma questi sentimenti con il tempo invecchiavano ed era impossibile rifabbricarli. Tutti rispettavano questi oggetti, perché da loro dipendevano affetto e amore. Un giorno un garzone fece cadere il sentimento del suo amore per una fanciulla. Cadendo il sentimento si guastò, ma non si ruppe. Il garzone capì che questi sentimenti  potevano  essere  modificati  e,  così,  anche le  sensazioni cambiavano.  Un’amicizia  poteva trasformarsi in un amore, un’antipatia in una simpatia, un affetto poteva aumentare di dimensioni. Da questo momento i sentimenti non furono più fabbricati, e tutti potevano deciderne dimensione e forma.

 

 

Manualità, unicità e mutabilità del sentimento
trasformarono la città in breve tempo.
Provare emozioni in quel bislacco villaggio
non dipendeva più dalla catena di montaggio. 

 

In questa recensione non mi soffermo molto sulla trama perchè la sinossi inquadra molto bene la storia, ma voglio parlare della genesi di questo volume di poche pagine che racchiude un dolce racconto con un profondo significato. 
Felling Factory nasce come cortometraggio in claymation che è la tecnica in plastilina animata e l’autore ha realizzato anche la versione cartacea in una edizione in bilingue (Italiano/Inglese). 
Il lettore viene coinvolto dal racconto che ha un ritmo “musicale”, ciò è conferito dalla struttura non tradizionalmente in prosa, ma in poesia con alcuni versi composti in rima baciata. Il testo è accompagnato dalle foto dei modelli che hanno caratterizzato il cortometraggio. Non sono una grande amante della tecnica claymation, ma devo dire che la storia l’ho trovata originale, estremamente dolce e ben scritta. 
Poche parole che sottolineano l’importanza che hanno i sentimenti e le emozioni, i quali caratterizzano la nostra vita.
Poche righe per comprendere come un sentimento negativo possa tramutarsi in qualcosa di positivo.

 

 

4 stelle

 

 

 

 

 

 

Nuvole di Zucchero di Francesca Votino, 8 marzo 2016

 

RECENSIONE DI FEELING FACTORY:

UN INTENSO VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEI SENTIMENTI

 

 

Il libro  Feeling Factory, scritto da Vincenzo Maselli ed edito da Edicolors Joy Division, racconta l'invenzione dei sentimenti, attraverso una bellissima riflessione sui valori cardini degli stessi vale a dire l'unicità, l'intensità è l'originalità frutto dal libero arbitrio.
 
 
In un bislacco paese lontano esisteva un fabbricante di oggetti sentimento. Essi erano immutabili, col tempo si usuravano, invecchiavano e il loro valore non dipendeva dalla volontà umana, ma soltanto dal corrispettivo in denaro che il compratore versava.
Un giorno però il garzone della fabbrica, innamorato, fece cadere il prezioso oggetto- sentimento e raccogliendolo notò che toccandolo esso si plasmava a suo piacimento: da allora comprese la mutevolezza e la dinamicità dei sentimenti; a fronte di ciò quindi un'antipatia poteva trasformarsi in una simpatia, un'amicizia in un amore e così via.
 
Grazie a quella scoperta gli abitanti di quel paese impararono a gestire secondo la propria volontà i sentimenti.
 
Il volume è arricchito da intense illustrazioni, che completano la narrazione, e dal testo bilingue.
 
 
 
 
 
 

 

 

Petite Chérie di Chiara Agostini, 6 marzo 2016

 

RECENSIONE DI FEELING FACTORY

 
 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Cerca

Le novità

NUOVE USCITE...

 

 

 

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime uscite Edicolors!
Questa newsletter è una soluzione semplicissima per essere sempre aggiornati sulle novità per bambini e ragazzi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Cookies Policy"